Autori


Cristina Bucci

Curatrice dei programmi educativi del Museo Marino Marini Firenze e di altri musei fiorentini, progetta e sviluppa iniziative di educazione al patrimonio artistico italiano, con l’associazione culturale L’immaginario di cui è socia fondatrice. Negli ultimi anni si è particolarmente dedicata ai programmi museali finalizzati a rendere l’arte accessibile alle persone con demenza, alle persone con disturbi dello spettro autistico e con disabilità sensoriali. Insegna didattica e accessibilità museale nei Master di perfezionamento post lauream dell’Istituto per l’Arte e il Restauro di Palazzo Spinelli e presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Firenze. È project manager del progetto europeo MA&A.

 

Luca Carli Ballola

Educatore dal 1989, in case-famiglia per minori, nei campi nomadi, come educatore di strada. Da sempre, opera interventi di animazione sociale e attivazione culturale del territorio, sulla scorta della sua formazione ed esperienza teatrale.

Dal 2005 animatore alla rsa “Vincenzo Chiarugi” di Empoli. Nel 2009 apre il primo Caffè Alzheimer a Firenze, ospite della libreria LibriLiberi. L’anno seguente introduce in Italia il metodo TimeSlips. Dal 2011 collabora con i dipartimenti educativi di Palazzo Strozzi, del museo Marini di Firenze e altri musei toscani per progettare e condurre programmi museali per le persone con demenza.

Fa parte dell’associazione Anna, nata per creare reti sociali che siano punti di riferimento per le persone anziane.

 

Gintarė Černikienė

Coordinatore dei Programmi Sociali, Project Manager presso VšĮ Žmogiškųjų išteklių stebėsenos ir plėtros biuras (Lituania). Ha 6 anni di esperienza nell'attuazione di diversi progetti nazionali ed europei che cercano di contribuire a cambiamenti positivi della vita, dell'istruzione e della formazione di diversi gruppi sociali emarginati: famiglie a rischio sociale, giovani senza istruzione, occupazione o formazione, persone con disabilità, ex-criminali, cittadini anziani, ecc. Ha preparato diversi programmi di formazione per specialisti (assistenti sociali, assistenti dei lavoratori sociali, insegnanti) che lavorano con gruppi svantaggiati per migliorare le loro competenze.

 

Michael Ganß

Gerontologo, arte terapeuta, artista, consulente e terapeuta di persone con disabilità cognitive, giovani delinquenti, anziani con malattia mentale, persone con demenza. Ha organizzato simposi internazionali sull’arte terapia per le persone anziane e le persone con demenza. Editor della rivista “Demenz -Das Magazin”. Promuove campagne per cambiare la prospettiva sull’invecchiamento e sulla demenza. Insegna alla Medical School MSH di Amburgo. Si occupa della qualificazione professionale dei dipendenti nel settore dell'assistenza agli anziani. Inoltre conduce ricerche sulla percezione, la comunicazione, l'età e la demenza. È ricercatore associato nel progetto “Sviluppo di un modello per la partecipazione sociale delle persone con demenza nello spazio museale” (ISER / MSH Amburgo).

 

Bairbre-Anne Harkin

Bairbre-Anne Harkin è un’educatrice d'arte con un particolare interesse per la programmazione accessibile ed è Curatrice dell’educazione alla Butler Gallery di Kilkenny dal 2011.

Bairbre-Anne ha avviato un programma per le persone che vivono con demenza a Dublin Contemporary 2011 e 2012, è uno dei fondatori di Azure, un progetto di collaborazione finalizzato a ricercare una maggiore partecipazione delle persone con demenza in contesti culturali in Irlanda. Harkin ha facilitato attività Azure sia alla Butler Gallery, sia al The Turner Prize 2013; alla Pinacoteca Comunale a DLR Lexicon e alla F.E. McWilliam Gallery e ha condotto corsi di formazione in tutta l'Irlanda e in Lituania.

 

Asta Jaseliūnienė

Direttore, operatore sociale, Project Manager di VšĮ Žmogiškųjų išteklių stebėsenos ir plėtros biuras (Lituania). 17 anni di esperienza pratica di lavoro nell’ambito sociale anche come organizzatore, con persone affette da disturbi psichiatrici e con disabilità mentali, famiglie a rischio, giovani non motivati ecc .; 10 anni di esperienza nel coordinamento di progetti internazionali; 17 anni di esperienza nell'organizzazione e nella moderazione di conferenze nazionali e internazionali; da più di 17 anni si occupa di formazione per gli operatori sociali, gli assistenti sociali, i volontari, i giovani che non sono preparati per il mercato del lavoro. Sviluppa anche programmi accreditati per assistenti sociali.

 

Dr. Simona Karpavičiūtė

Si occupa di ricerca sul rapporto tra arte e salute e di progettazione presso l'ONG "Socialiniai meno projektai". Dottorato di ricerca in scienze biomediche. I risultati della sua tesi di dottorato suggeriscono che l'attività artistica sul posto di lavoro può essere utilizzata per migliorare la salute e il benessere del personale infermieristico, contribuire a ridurre lo stress e l'affaticamento, favorire la creatività, rafforzare le relazioni tra pari e aumentare il senso di comunità sul lavoro. Gli ambiti di interesse professionale di Simona includono: le arti per la salute, l'accesso alla cultura per i gruppi vulnerabili, l'impatto dell'attività artistica/creatività sul benessere e sulla salute mentale, il benessere professionale, con particolare attenzione al benessere del personale sanitario.

 

Sybille Kastner

Lavora come curatrice e per il dipartimento di Educazione all’arte presso il Museo Lehmbruck a Duisburg (Germania). Sybille sviluppa programmi per tutti i visitatori con le loro rispettive esigenze, comprese le persone con disabilità visiva e le persone con demenza e chi se ne prende cura.

Cura anche mostre con formati speciali che si concentrano su particolari aspetti della ricezione dell'arte. Insegna all'università di Duisburg-Essen e all’Università di scienze applicate di Münster (ibk-kubia Cultural geragogues). Ricercatrice associata nel progetto “Sviluppo di un modello per la partecipazione sociale delle persone con demenza nello spazio museale” (ISER / MSH Amburgo), conduce corsi di formazione per gli educatori d'arte in altri musei per la creazione di tali programmi.

 

Chiara Lachi

Storica dell’arte ed esperta di educazione museale è socia fondatrice dell’associazione culturale L’immaginario con cui sviluppa programmi educativi museali e al patrimonio artistico. In qualità di responsabile del Dipartimento Educativo del Museo Marino Marini di Firenze si occupa di ideare e coordinare tutte le attività educative, dalle scuole alle famiglie, ai progetti di accessibilità; fa parte del gruppo di ideazione e realizzazione del progetto L’Arte tra Le Mani.

Insegna didattica museale nei Master di perfezionamento post lauream dell’Istituto per l’arte e il restauro di Palazzo Spinelli ed è titolare del corso di Comunicazione e didattica museale della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Firenze.

 

Michela Mei

Laurea in Storia, Animatore di Comunità. Formatore in Tecniche di Animazione per animatori geriatrici, formatore in tecniche di comunicazione con persone affette da demenza per le figure professionali che operano nelle residenze per anziani. Fa parte del gruppo di progettazione e realizzazione del progetto A Più Voci a Palazzo Strozzi, per persone con demenza, e del gruppo di ideazione e realizzazione del progetto L’Arte tra Le Mani presso il Museo Marino Marini di Firenze.

Animatore geriatrico presso la residenza per anziani Villa Michelangelo, Lastra a Signa. Gestisce il Caffè Alzheimer presso la BibliotecaNova di Firenze e il Caffè Alzheimer di Libri liberi, Firenze.

 

Eglė Nedzinskaitė

Dopo la laurea in pittura all'Accademia delle Arti di Vilnius, dal 2009 lavora come curatrice dell’educazione presso la National Gallery of Arts. Membro della sezione educativa dell'associazione dei musei lituani. Eglė continua a frequentare programmi di aggiornamento, organizza seminari per professionisti del museo e mostre. In collaborazione con i partner, crea e realizza programmi di workshop artistici per diversi utenti. Ha creato e realizzato l'evento dell'Associazione dei musei lituani "Il mercato delle idee" (2015, 2016). Eglė ha contribuito allo sviluppo del programma di attività multisensoriale nel progetto MA&A.

 

Ieva Petkutė

Manager culturale, ha dato vita a diversi progetti finalizzati a implementare l’accesso all’arte e alla cultura, per diversi pubblici; fondatrice e direttrice della ONG “Socialiniai meno projektai”, che opera in un settore trasversale tra salute, assistenza sociale e arti. Le attività di “Socialiniai meno projektai” comprendono progetti artistici (giochi, mostre, spettacoli e esperimenti creativi), seminari e laboratori artistici partecipativi, programmi di formazione, attività di ricerca, eventi pubblici finalizzati a promuovere il benessere e migliorare l'accesso alle arti e alla cultura da parte di un pubblico diversificato.

Ultime modifiche: martedì, 31 ottobre 2017, 14:46