Programmi dementia-friendly di ‘Socialiniai meno projektai’


L'ONG "Socialiniai meno projektai" (SMP) utilizza le arti per progetti che mirano a promuovere il benessere e migliorare l'accessibilità all’arte. Le attività sono organizzate in collaborazione con professionisti del mondo dell’arte e della cultura, del settore socio- sanitario, medici specialisti, e con gruppi di persone fragili o a rischio di esclusione sociale. Le attività comprendono: progetti artistici (spettacoli, mostre, performance e workshop), laboratori partecipativi di creazione artistica, programmi di formazione, attività di ricerca e pubblicazione.

I progetti di SMP dedicati al benessere e all'accessibilità alle arti per le persone che vivono con demenza, i loro familiari e carer, includono: "Menas žmogaus gerovei" (“L’Arte per il Benessere”), "Šokio laboratorija" (“Laboratorio di Danza”) e "Susitikime muziejuje" (“Incontri al Museo”).

Nell’ambito del progetto MA&A, SMP ha sviluppato un programma di attività multi-sensoriali.

Menas žmogaus gerovei (“L’Arte per il benessere”)

Il personale assistenziale e infermieristico affronta nel suo lavoro una serie di fattori stressanti e un notevole carico di responsabilità. Al benessere degli operatori sono strettamente legati la qualità dell’assistenza e il benessere delle persone di cui rendono cura. Il progetto "Menas žmogaus gerovei" si concentra sul benessere del personale assistenziale e infermieristico, offrendo agli operatori la possibilità di partecipare al programma di arti creative.

In un progetto di ricerca, il personale partecipa a laboratori di pittura su seta proposti nel proprio luogo di lavoro. Grazie a questo programma, i partecipanti acquisiscono nuove conoscenze e competenze, viene favorito il loro sviluppo personale, incrementate la loro creatività, autostima ed empatia.

I risultati della ricerca relativi al progetto "Menas žmogaus gerovei" hanno rivelato un impatto positivo sul benessere e sulla riduzione dello stress e della stanchezza del personale assistenziale e infermieristico. Inoltre, la partecipazione ha aumentato il loro senso di comunità sul lavoro, rafforzato le relazioni tra pari e influenzato positivamente la qualità dell’assistenza e il benessere delle persone di cui si prendono cura.


art for well being
Workshop "Menas žmogaus gerovei" a Kaunas. Fotografia di Remigijus Ščerbauskas.


Šokio laboratorija (Laboratorio di Danza)

"Šokio laboratorija" è un progetto che offre agli anziani con disabilità e al personale di cura la possibilità di partecipare, sullo stesso piano, ad attività di creazione artistica. In "Šokio laboratorija" i ballerini professionisti propongono workshop di ballo, offrendo occasioni per imparare, condividere e promuovere la creatività in maniera collaborativa.

Questo progetto offre al personale assistenziale e infermieristico l'opportunità di crescere sia personalmente che professionalmente. Poiché le conoscenze e competenze acquisite sono adattate alla loro pratica quotidiana, gli operatori sono poi a loro volta in grado di sviluppare attività di danza e movimento per gli anziani con disabilità.

"Šokio laboratorija" è stato sviluppato In collaborazione con alcune organizzazioni residenziali e centri diurni, in un programma di grandi dimensioni che ha coinvolto oltre 300 partecipanti.


laboratory of dance
Laboratorio "Šokio laboratorija" a Vilnius. Fotografia di Jolita Kimsaitė.


Susitikime muziejuje (“Incontri al Museo”)

In collaborazione con la National Gallery of Art, il Museo d'Arte Lituano, l'Associazione dei Musei Lituani e altri partner, SMP ha implementato per gli educatori dei musei il programma di formazione "Susitikime muziejuje", basato sul metodo "Meet at MoMA". Questo programma mira ad accrescere l'accessibilità a musei e gallerie per persone che vivono con Alzheimer e altre forme di demenza.

"Susitikime muziejuje" ha sensibilizzato i musei verso le persone appartenenti a gruppi socialmente esclusi in Lituania. Il programma finora ha coinvolto 30 educatori provenienti da 15 musei a livello nazionale. SMP ha anche sostenuto gli educatori dei musei che hanno espresso l’intenzione di implementare programmi di accessibilità. Qui è disponibile il manuale del progetto.

Programma di attività multi-sensoriale in MA&A

Nell’ambito del progetto MA&A, SMP ha sviluppato un programma di attività multi-sensoriali all'interno di un contesto museale. Tre programmi laboratoriali mirano a migliorare la comunicazione tra le persone che vivono con la demenza, i loro familiari e i loro carer attraverso la partecipazione alle attività del museo.

Il programma è stato sviluppato in queste fasi:

1) Visite esplorative e valutazione qualitativa degli aspetti della comunicazione negli ambienti quotidiani di cura;

2) Consegna e valutazione del programma pilota;

3) Sviluppo e implementazione del programma di attività multi-sensoriali;

4) Valutazione qualitativa.

Il programma applica una varietà di metodi di comunicazione verbale e non verbale (con approccio multi-sensoriale ed emozionale) che tengono conto delle caratteristiche del pubblico. L'approccio flessibile del facilitatore aiuta a creare un ambiente incoraggiante; l’atteggiamento autoriflessivo vuol garantire la qualità del programma.

Prima visita: discussione e laboratorio libero di arte

La discussione comincia descrivendo gli aspetti formali dei dipinti e poi passa all'interpretazione emotiva delle opere d'arte. L'attività crea un tempo e uno spazio per la contemplazione e per la condivisione di pensieri, idee e intuizioni. La discussione è seguita da un laboratorio di arte offerto gratuitamente.

Seconda Visita: toccare l'opera d'arte

I partecipanti sono invitati ad esplorare le sculture attraverso il contatto. Le opere d’arte, alcune coperte con un drappo, offrono una varietà di superfici per l’esplorazione tattile, creando significative esperienze personali poi condivise in gruppo. Viene così stimolata l’ immaginazione e la curiosità dei partecipanti.

Terza Visita: discussione e danza

L'osservazione di un'opera è intrecciata con l’esperienza tattile, la danza e il movimento, e la comunicazione emotiva.


meeting at the museum
“Susitikime muziejuje” visit, Kaunas. Photography by Eglė Gudonytė.


Ultime modifiche: domenica, 12 novembre 2017, 15:15